Modalità grafica | Leggibilità normale | Mappa del sito
TAG:

filosofia e storia

 FILOSOFIA e STORIA                   

- docenti -

Nel rispetto della libertà d’insegnamento, potranno essere adottati differenti metodologie, anche in relazione alle caratteristiche delle diverse classi : Si ritengono valide le diverse modalità ed approcci didattici: metodo induttivo e deduttivo, la lezione frontale e/o dialogata, le discussioni guidate, i gruppi di studio, lettura ragionata e/o esegesi dei testi, l’utilizzo e l’elaborazione di schemi riepilogativi e mappe concettuali, utilizzo, produzione ed elaborazione di strumenti multimediali etc.

Si rimanda alle programmazioni dei consigli di classe e dei singoli docenti per quanto riguarda i temi specifici ed i contenuti disciplinari la cui estensione , eventuale ridimensionamento e orientamento per opzioni e percorsi tematici è lasciato alla definizione classe per classe.

Finalità educative generali da conseguire nel Triennio

(secondo biennio e quinto anno)

  1. acquisizione di un atteggiamento critico ;

  2. abitudine alla tolleranza

  3. competenze argomentative e acquisizione di un patrimonio linguistico ricco e specifico


 FILOSOFIA

Obiettivi specifici :

comprendere i procedimenti della ricerca e dell’argomentazione filosofica;

 ricostruire il pensiero dei filosofi, individuandone i nessi fondamentali;

 confrontare e contestualizzare le differenti risposte dei diversi filosofi allo stesso problema;

 riconoscere e saper interpretare le diverse tipologie di testi filosofici;

 acquisizione di adeguate competenze nel campo logico-espressivo e linguistico;

 acquisizione di un atteggiamento critico, problematico e tollerante


 

 Contenuti:

 (verranno specificati nelle programmazioni individuali); sono ritenuti essenziali

 

3^ classe

  • Socrate
  • Platone
  • Aristotele
  • Le filosofie ellenistiche

 

4^ classe

  • La Rivoluzione scientifica
  • Cartesio e il Razionalismo del ‘600
  • L’Empirismo inglese
  • Kant

 

5^ classe

  • Hegel
  • Marx
  • Il Positivismo
  • Nietzsche


 STORIA:

Obiettivi specifici :

  1. sviluppo del senso storico e della coscienza storica;

  2. capacita di contestualizzare in termini cronologici temi e problemi;

  3. conoscenza delle categorie, dei termini e delle metodologie della ricerca storica;

  4. capacità di individuare e ricostruire la complessità dei fatti storici e dei processi storici nei loro aspetti politici, sociali, culturali, economici, ambientali;

  5. conoscenza e capacità di usare gli strumenti della ricerca;

 Contenuti:

(verranno specificati nelle programmazioni individuali); sono ritenuti essenziali

 

3^ classe

  1.  Dalla rinascita dopo l’anno mille alle monarchie nazionali 
  2. Il mondo nuovo
  3. Riforma e controriforma
  4. Guerre e rivoluzioni nel ‘600

 

4^ classe

  1. L’Età dell’Assolutismo.
  2. L’età delle rivoluzioni e l’Europa del ‘700 
  3.  Napoleone e La restaurazione
  4. La Rivoluzione Industriale .
  5. L’Europa e l’Italia nell’Ottocento . 
  6. L’unificazione nazionale italiana

 

5° anno

  1. Colonialismo imperialismo.
  2. L’Età giolittiana.
  3. La prima guerra mondiale.
  4. La rivoluzione russa.
  5. I totalitarismi.
  6. La seconda guerra mondiale
  7. L’Italia repubblicana e la nuova carta costituzionale.
  8. La guerra fredda e la divisione del mondo in blocchi.

 

Cittadinanza e Costituzione:

Lo studio non sarà confinato nell’ambito di un rigido orario, ma il docente affronterà i temi inerenti la disciplina nelle occasioni offerte dallo studio delle altre materie. Contenuti Costituzione Italiana, le istituzioni dello Stato, l’unificazione europea e le istituzioni comunitarie

Per quanto attiene alle metodologie si ritengono valide diverse modalità di approcci didattici:

  • la lezione frontale o dialogata,

  • la discussione guidata,

  • i gruppi di studio,

  • l’utilizzo e l’elaborazione di schemi riepilogativi e di mappe concettuali.

Per ciò che concerne le modalità di verifica di valutazione, le verifiche tenderanno ad accertare:

  • le conoscenze e il grado di conseguimento degli obiettivi da parte dello studente,

  • le capacità di analisi e di sintesi,

  • la capacità di indagine e di individuazione dei problemi, nonché di interpretazione e di argomentazione.

Inoltre, si terrà conto nella valutazione complessiva dell’interesse e della partecipazione al dialogo educativo, dell’impegno allo studio e della continuità della frequenza, nonché della capacità di superare le proprie difficoltà personali.


Si utilizzeranno varie modalità di verifiche orali e scritte, sia formative che sommative. Per quanto riguarda i contenuti si adottano i contenuti essenziali, frutto di un’ampia e vivace discussione avviata negli anni precedenti. Tutti i docenti ribadiscono la necessità di confermare un insieme di contenuti disciplinari essenziali, comuni a tutte le programmazioni individuali, al fine di superare l’eccessiva eterogeneità dei programmi svolti nei diversi corsi e di migliorare l’efficacia dei corsi di recupero nelle discipline filosofiche e storiche organizzati dalla scuola, nonché la preparazione in vista dell’esame di stato. Tali contenuti essenziali verranno trattati da tutti i docenti, tenendo presenti le specifiche situazioni relative ad ogni classe e lasciando alla libertà di ciascun docente di determinare in concreto l’estensione, l’eventuale ridimensionamento e orientamento dei contenuti disciplinari per argomenti e temi specifici.





Tag: dipartimenti -






 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questa pagina